Lascia un commento

Savate

La savate italiana è la più giovane delle arti marziali, nel quadro dei valori internazionali. Ha avuto una vita singolare, ardente, entusiasmante, avventurosa e quasi romantica. E’ passata dai primi inobliati ed osteggiati tentativi agli sviluppi internazionali più rapidi, sino a toccare la vetta mondiale con i genovesi Roasio, Beretta, La Barbera, Nocentini. I pionieri italiani maestri di vita e dello sport: Lazzaro Delfino,Arrigo Manusardi, Salvatore Messina, Adriano Peyrè, Rino Leurini. La savate è uno sport che utilizza piedi e pugni in movimenti di percussione denominati “colpi”, mani e braccia in movimenti di trattenimento e parate denominati “prese” e “parate”. Tali movimenti osservano, nel ludo e nel combattimento,
delle regole fisse e precise che rispettano un principio tecnico di base. La savate, o boxe francese, o chausson boxe francese, non deve essere considerata come un pericoloso
sport da combattimento ma un ludo (gioco pubblico a carattere sportivo), un mezzo messo a disposizione del praticante per realizzare i principi della moralità attraverso la pratica sportiva. Per questo motivo i colpi non devono essere portati a fondo ma controllati in modo che l’impatto non provochi danni all’avversario.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

8.806 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress